Sestiere di San Polo

Calle de le Becarie o Panateria


L'arte dei 'Pistori', oltre ai negozi sparsi per la citta', aveva in Venezia due grandi 'panaterie', o luoghi stabiliti per la vendita del pane. L'una a S. Marco, presso il 'Campanile'; l'altra in Rialto, di fianco le 'Becarie (macellerie)'. La prima constava di diciannove botteghe; di venticinque la seconda. I 'Pistori' negli ultimi tempi della Repubblica erano ascritti alla Scuola degli Albanesi a San Maurizio, come ci fa conoscere un decreto del consiglio dei Dieci, inserito nel 'Catastico delle Leggi in materia di Biave'. Ne riportiamo il brano seguente: "1780, 5 Settembre. In Consiglio di X. Decreto che abolisce il Sovegno dei Lavoranti pistori in chiesa di San Matteo di Rialto. Tutti gli argenti ed effetti di esso debbano consegnarsi ai capi della scola di S. Maria e San Gallo degli Albanesi nella chiesa di San Mauritio, composta di tutti gli individui dell'Arte dei Pistori, colla loro responsabilita', nella quale non abbiano detti Lavoranti voce alcuna ne' attiva ne' passiva"



















direzione Campo de le Becarie

direzione Calle del capeler

direzione Mercato del pesce al minuto