Sestiere di Castello

La chiesa dell'Ospedaletto,
o Santa Maria dei Derelitti



Realizzata nel 1575 da Andrea Palladio sull'area occupata da un ospedale che accoglieva i poveri, tra SS. Giovanni e Paolo e S. Francesco della Vigna, la chiesa si arricch nel corso del '600 e '700 della fantasiosa facciata e di pregevoli opere d'arte. La chiesa dell'Ospedaletto si affaccia sulla Barbaria delle Tole, che una delle strade pi caratteristiche e lunghe di Venezia, localizzata tra Campo San Giovanni e Paolo e Campo Santa Giustina, anche se nel suo ultimo tratto cambia nome in Calle del Cafetier. L'origine del nome non unanime, alcuni affermano che in quella zona esistevano delle falegnamerie che piallavano le barbe dai tronchi d'albero, altri sostengono che l c'erano semplicemente dei depositi di legnami destinati ai barbari. Il disegno originale della chiesa dell'Ospedaletto del Palladio, mentre la facciata del 1670 opera di Baldassare Longhena, eseguita grazie al lascito di Bartolomeo Cargnoni. Il cortile una vera e propria opera d'arte del Longhena, ed abbellito da una Vera di pozzo e una Loggia del settecento, le statue delle Quattro stagioni, di Longhena, danno il nome al cortile.





















direzione Salizada San Zanipolo / verso Campo San Giovanni e Paolo

Calle de l'ospealeto / verso Fondamenta San Giovanni Laterano

direzione Barbaria de le Tole / verso Campo San Francesco de la vigna